INFO
EVENTI INTERNAZIONALI D'ARTE
Museion
Museion
Piazza Piero Siena, 1
39100 Bolzano BZ
Italia
tel: + 39 0471 223413
fax: f. + 39 0471 223412
info@museion.it
www.museion.it

segnalato da Stefano Giovanazzi
condiviso da numero civico
Visualizza la mappa
Museion | Július Koller  : One Man Anti Show
Július Koller, Mníchovská kultúrna situácia (U.F.O.) / Munich Cultural Situation (U.F.O.), 1991. SW-Fotografie auf Papier / b & w photograph on paper, 40 x 59,3 cm. Photo: Courtesy Květoslava Fulierová.

Museion

Július Koller  One Man Anti Show

 

FONDAZIONE MUSEION
Museo di arte moderna e contemporanea Bolzano
Piazza Piero Siena, 1
39100 Bolzano, Italia
t. + 39 0471 22 34 13
f. + 39 0471 22 34 12
info@museion.it
www.museion.it

 

20/05 – 27/08/2017
Opening: 19/05/2017, ore 19.00

 

Museion presenta, in cooperazione con mumok — Museum moderner Kunst Stiftung Ludwig Wien e la Galleria Nazionale Slovacca, Bratislava, la più vasta retrospettiva mai dedicata a Július Koller (Piešt’any, Slovacchia 1939- Bratislava, 2007).

Koller, tra le personalità artistiche più importanti dell’Est Europa dagli anni Sessanta, ha sviluppato un’opera di grande rilevanza internazionale. La mostra documenta, alla luce dell’elaborazione di materiali artistici e d’archivio, il suo contributo autonomo alla Neoavanguardia. Oltre a lavori noti a livello internazionale sono esposte anche opere, materiali d’archivio ed ephemera inediti. L’opera di Koller si pone a distanza critica rispetto al governo comunista e alla sua arte ufficiale, ma mette in discussione anche le tradizioni della modernità e le convenzioni del sistema dell’arte occidentale. Dalla metà degli anni Sessanta Koller crea, con gli Antihappenings e gli Antibildern un’opera contrassegnata da ironia giocosa e scetticismo, che con spirito dadaista unisce ad un atteggiamento scettico radicale un approccio innovativo. Dipinge così quadri oggetto di colore latex bianco e immagini con il motivo del punto interrogativo, che diventa simbolo universale della sua messa in discussione della quotidianità e della realtà.
Il gioco del tennis e del ping pong sono utilizzati da Koller come forma artistica partecipativa: collegando lo sport a uno statement politico, l’artista rivendica così l’attenersi alle regole e il fair play come base dell’azione sociale – statement che conserva ancora oggi la sua piena attualità, anche alla luce della situazione politica internazionale. Dopo la repressione della Primavera di Praga, l’artista inizia la serie U.F.O.naut per contrapporre alla realità “situazioni culturali” e utopie di un nuovo futuro e di una nuova cultura cosmo umanistica.

A cura di Daniel Grúň, Kathrin Rhomberg und Georg Schöllhammer

 


Sto caricando la mappa ....

This post is also available in: Inglese

Eventi recenti