INFO
EVENTI INTERNAZIONALI D'ARTE
Teatro Auditorium Manzoni
Teatro Auditorium Manzoni
Via De' Monari, 1/2
40121 Bologna
Italia
tel: +39 051 6569672
fax: +39 051 2960864
ufficiostampa@auditoriumanzoni.it
www.auditoriumanzoni.it

segnalato da Stefano Giovanazzi
condiviso da numero civico
Visualizza la mappa
Teatro Auditorium Manzoni | Diamanda Galás : SCHREI 27

Teatro Auditorium Manzoni

Diamanda Galás

SCHREI 27

 

L’artista di origine greca Diamanda Galás arriva all’Auditorium Manzoni per la sua prima data europea del “Death will come and have your eyes” solo tour 2016, con un concerto per piano e voce (l’11 marzo) che sarà preceduto dalla prima italiana della proiezione del film “Schrei 27” (2010) realizzato a quattro mani con il regista brindisino Davide Pepe (il 9 marzo).

Il film (ingresso gratuito con precedenza in caso di esaurimento posti a chi ha il biglietto del concerto) sarà proiettato mercoledì 9 marzo in loop dalle 18.30 alle 22.30 con un’interruzione alle 20.00 per un incontro in sala col pubblico al quale parteciperanno sia Diamanda Galás che il regista Davide Pepe.

Per informazioni sul concerto dell’11 marzo:
www.auditoriumanzoni.it/diamanda-galas
SCHREI 27 (2010)
di Davide Pepe e Diamanda Galás

Il film che Davide Pepe (Brindisi 1970) ha realizzato nel 2010, proprio su commissione di Diamanda Galás, è visivamente ispirato al progetto “Schrei 27”.
“Schrei 27” nacque prima come performance radiofonica (nel 1994) e poi divenne, due anni dopo, una performance dal vivo con 5 microfoni e proposta all’audience in quadrifonia con il titolo “Schrei X” (eseguita in completa oscurità a Portland, New York, Praga e Columbus) fino a diventare il disco “Schrei X” pubblicato da Mute nel 2006.
Nel 2005 Diamanda Galás propone al video artista Davide Pepe di occuparsi della rappresentazione visiva di Schrei 27 e dopo oltre 5 anni di duro lavoro, solo nel 2010 l’opera viene mostrata per la prima volta allo Spill Festival di Londra.
È, quindi, un’opera “postuma” rielaborata a quattro mani e interpretata da Diamanda Galás stessa e Salvatore Bevilacqua come attori/performers.
Per il testo sono stati utilizzati estratti da San Tommaso d’Aquino e dal Libro di Giobbe in cui si parla di condanna e follia.
Scorrono in tutto undici scene per una durata di 27 minuti, durante i quali l’anatomia di alcune parti del corpo subisce il “bisturi” estetico di Pepe.
È un film sulla tortura, sui dettagli della tortura e sull’internamento forzato a tale fine. Un film di denuncia per i popoli e le persone che ingiustamente hanno subito tortura. E un film sulla ricerca più estrema e terrificante di Diamanda Galás.
La cantante stessa ha scritto: “Schrei 27 è un lavoro molto violento psicologicamente. Quando una persona è costretta troppo a lungo a essere isolato dalla società con false promesse, che costantemente vengono utilizzate per demoralizzare la persona stessa, scatta un impulso suicida così forte che il tempo viene speso per trovare un modo per uccidere se stessi”.
www.davidepepe.com
diamandagalas.com

 

INGRESSO LIBERO FINO A ESAURIMENTO POSTI DISPONIBILI


Sto caricando la mappa ....

This post is also available in: Inglese

Eventi recenti